Separazione consensuale a Milano

Studio Legale

Separazione consensuale a Milano

Avvocato

avvocato matrimonialista a milano

Separazione consensuale a Milano

Chiudere l’esperienza matrimoniale di comune accordo, questa è la separazione consensuale.
Con la separazione consensuale si prevede la possibilità per i due coniugi di separarsi in comune accordo e con maggiore velocità rispetto al caso della separazione giudiziale la quale comporta l’intervento del tribunale dato che i coniugi non sono riusciti a identificare un accordo comune sulle caratteristiche della separazione.
Quindi la separazione consensuale può ritenersi tale solamente se i coniugi riescano a stabilire una condivisione sui diritti relativi al patrimonio, all’assegno di mantenimento, all’affidamento dei figli e a tutti gli altri aspetti che dovranno essere oggetto di attenta disciplina. Non sempre è facile ricorrere a un procedimento consensuale.
Ciò dipende dalla complessità della materia e dalla necessità di trovare un’intesa tra due persone che hanno scelto strade divergenti nella propria vita sentimentale unitamente ad efficienti professionisti che guidano i coniugi nelle trattative ed accordi.
Nel caso in cui, tuttavia, i coniugi intendano trovare un’intesa sui temi più importanti, potranno rivolgersi privatamente ad un avvocato per discutere e formalizzare ogni condizione seguendo anche l’esperienza del professionista che con terzietà coadiuva la parte.
Successivamente alla firma dell’accordo depositato, è fissata un’udienza per la fase dell’omologazione da parte del Tribunale competente, con apposito provvedimento, con tempistiche per la separazione consensuale normalmente sono necessari 3-4 mesi.

In particolare, durante i momenti di crisi economica o sanitaria (come quello attuale derivante dall’emergenza da coronavirus) le persone si sentono disorientate, abbandonate e timorose di assumere qualsiasi decisione.

affitto siti web - avvocato matrimonialista-divorzista-milano

I documenti necessari per avviare la separazione consensuale sono:
-estratto per riassunto dell’atto di matrimonio (da richiede presso lo Stato civile del Comune ove è stato celebrato il Matrimonio);
– ertificato di residenza e stato di famiglia, anche contestuale, di entrambi i coniugi (non è possibile utilizzare l’autocertificazione);
– dichiarazioni dei redditi degli ultimi tre anni di entrambi i coniugi;
– copia di un documento di identità dei due coniugi;
– copia del codice fiscale di entrambi i coniugi.
L’ inizio della procedura di separazione consensuale avviene con il deposito del ricorso presso la Cancelleria del Tribunale ove uno dei coniugi ha la residenza e/o il domicilio, dove entro 5 giorni dal deposito il Presidente fissa l’udienza di comparizione delle parti.

avvocato matrimonialista-milano